lunedì 14 gennaio 2008

Le risorse di Lola Hari

Nove e trenta di mattina, nella grande cucina del Palazzo Presidenziale di Shitland.
Carne e Carnet stanno facendo colazione.
Carne sta mangiando alcune nastrine del Mulino Marrone, Carnet si è fatto spedire due lingue ungheresi dalla Fék Pàstizia di Győr. Non è che gli piacciano particolarmente, è solo uno sfizio.
E' Carne a rompere il silenzio.
"L'hai ammazzata quella spia, dopo averla ciulata?"
"No"
"Male"
"Vedi, Carne. E' questo, quello che ci divide. A qualcuno potrebbe sembrare che io abbia un cuore e tu no, ma non è così.
La verità è che io ho un cervello, e tu no".
"Però non hai i coglioni"
"Preferirei che tu evitassi queste frasi da caserma della Confederazione, almeno quiando parli con me"
"Pardonnez- moi, monsieur Carnet-la-finesse"
"Come cazzo fai a non capire che una che fa laspia e anche la troia è comprabile? Le ho chiesto quanto guadagnava e le ho offerto il doppio. Et Voilà."
"Certa gente si fa comprare da tutti e così non si sa mai di chi è"
"Beh, questa è nostra. Ho già avuto parecchie informazioni, tra le quali ce n'è una che mi rende pazzo di gioia!"
Carne guardò il suo gemello con aria interrogativa.
"Sono Padre... e tu... sei zio!" disse Carnet aprendo il frigo e tirando fuori una bottiglia.
"Ha detto altro, quella troia?"
"Si, sta preparando un dossier. Sembra che a volerci fottere ci sia una lobby di inglesi old style - praticamente le mie migliori frequentazioni londinesi - con in testa Lady Cophetua. Poi c'è la camorra, ma per fortuna sono italiani, ormai anche la loro delinquenza doc è stata surclassata nella globalizzazione. Non riescono mai a portare a termine i loro piani. Poi c'è di mezzo anche la Cia. Ma sembra che tutti ce l'abbiano con te, più che con me. Carne, scusa la parola, mais tu es dans la merde!"
Carne si infilò il giubbotto antiproiettile. Prima di uscire chiese:
"Ah, chi è la madre della creatura?"
"Dicono che dovrebbe essere Gwen, ma è impossibile! L'ho sempre posseduta solo posteriormente... non mi sarei mai sognato di ingravidare una dell'alta società. Le uniche volte che mi consento queste piccole licenze è con gente della servitù oppure amiche occasionali che non sanno chi sono... Ma con Gwendaline...MAI!"
"Figlio di troia" disse Carne tra i denti, mentre usciva.

3 commenti:

derek ha detto...

Superbo. Colloquiale e intenso.

L'editore ha detto...

ho aggiunto "antiproiettile"... mi sembrava coerente con la frase precedente

klaus ha detto...

grazie