giovedì 24 gennaio 2008


"Allora, hai fame?" ripeté Kate.

"Va bene, dammi da mangiare", disse Carne di Culo.

"Sì" disse lei, e aprì la grande credenza.

"Un uovo, Carne di Culo, un uovo per te" disse lei, e i suoi occhi brillavano come stelle lontane.

Il silenzio d'intorno era rotto solo dal fischio del vento tra le dune cosparse di cespugli secchi. Il mare in distanza alzava piccole gelide onde rabbiose.

Carne prese l'uovo, si calò i calzoni e se lo ficcò nel culo.
"Sono stato tuo, per tutto questo tempo" disse Carne di Culo.
"Lo so" disse lei.
"Restituisci a Carnet il portauovo d'argento"


FINE

1 commento:

flack ha detto...

great great... GREAT!!!